zona3
zona5-zona6

Non è magia, è Chimica!

Print Friendly, PDF & Email

di Silvia Caruso

“Non è magia, è chimica” è un format di divulgazione scientifica rivolta al pubblico che vede coinvolto l’ intero Dipartimento di Scienze Chimiche a Padova.
Sabato 22 settembre si inaugura la 5° edizione, e abbiamo incontrato Marco Zecca, parte attiva nel vecchio comitato organizzatore, e   Laura Orian e Marilena Di Valentin attualmente presenti nel comitato organizzatore. Dalle loro parole si capisce da cosa si  è cominciato, perché si continua a riproporlo e perché ogni chimico dovrebbe aprirsi di più alla divulgazione scientifica.

Il format è nato nel 2008 e il prof. Zecca ci spiega così lo spirito iniziale e che risultati si sono ottenuti negli anni:
«“Non è magia è chimica” nasce dalla volontà di fare qualcosa di nuovo, per presentare la chimica in un format diverso con intento divulgativo. Ma cosa fare, visto che fare esperimenti in pubblico non sarebbe stata una grande novità?
Ed è allora che ci è venuta l’idea: portare i cittadini nei laboratori del Dipartimento sarebbe stata la giusta cornice per il quadro: si vedrà così l’esperimento nel luogo dove l’esperimento è nato.
Il nostro è il primo, e forse unico,  format scientifico-divulgativo in Italia dove viene coinvolto l’intero Dipartimento di Scienze Chimiche. Nel 2008 avevamo pensato ad una divulgazione rivolta ad un pubblico generalista poi, con le edizioni successive, abbiamo individuato un pubblico sempre più giovane. Da subito i bambini hanno partecipato in grande quantità.
Nel primo anno abbiamo pensato di riservare 600 accessi al pubblico e personalmente ero molto preoccupato all’ idea che non si raggiungesse il numero, visto che di solito nella giornata di sabato le famiglie svolgono molte altre attività. Invece è stato per noi un grande insegnamento, perché la ricerca delle conoscenza da parte del pubblico ha risposto con grande interesse
». Continua  Orian Laura: «Ed è un interesse ancora grande: quest’ anno abbiamo già ricevuto 1492 iscrizioni fra tutte le attività proposte con registrazione anticipata, e molti purtroppo non potranno partecipare. Non possiamo negare che è un grande lavoro per il Dipartimento che vede coinvolte oltre 150 persone che coordinano la logistica, l’ accoglienza, regolano i flussi e sono un importante supporto durante la giornata. Un grazie va anche agli sponsor, sia dal punto di vista economico che per i gadget messi a disposizione per le premiazioni previste durante la giornata».

“Non è magia è chimica” è il nome della manifestazione, e per gli addetti ai lavori l’acronimo è NEMEC: «Il nome racchiude una grande verità», afferma il prof. Zecca. «La chimica alle volte si accompagna da un alone misterioso e c’è chi diventa pseudo-mago per vendere pozioni magiche e alambicchi spacciandosi per chimico. Ma noi dimostriamo che appunto “Non è magia” ma “è Chimica” e, anche se gli aspetti che si vedono possono sembrare sorprendenti, non è magia ma scienza!».

Durante la giornata le famiglie possono visitare diverse postazioni a tema, ogni anno differenti, allestite nelle aule del Dipartimento di Scienze Chimiche. Quest’anno la scelta è per la chimica e il benessere, la chimica e l’ energia, la chimica e la letteratura, la chimica sulla scena del crimine e la chimica per fare. «Il primo anno le nostre postazioni tematiche erano quasi 10, perché volevamo far capire al pubblico che la chimica è presente a 360°, e anche quando non si vede in realtà vi dimostriamo che c’è! Poi negli anni abbiamo scelto anche in base ai filoni di ricerca del Dipartimento e a quello per cui il pubblico ha mostrato maggior interesse», spiega il prof. Zecca. «La ricerca del crimine, per esempio, è una postazione che interessa molto, ma ogni anno c’è posto anche per temi di attualità come per la chimica e l’energia che proponiamo quest’anno.
Il nostro obiettivo con le postazioni tematiche è far vedere la chimica che conosciamo e con cui lavoriamo. Per il cittadino non sempre la parola chimica ha il giusto significato, spesso collegata ad una cattiva immagine pubblica più negativa che positiva. Ma se da un lato nessuno può negare che in passato ci siano stati episodi gravi legati alla chimica, oggi la chimica porta innovazione e sviluppo in gran parte delle discipline tecnico-scientifiche, ma di questo il cittadino non sempre è informato. Un esempio fra tanti è la risonanza magnetica nucleare…in quanti sanno che non è una scoperta ESCLUSIVAMENTE medica, ma nata dal PRECEDENTE lavoro di un chimico e un matematico ?
».

“Non è magia è chimica” non vuole essere una giornata di orientamento per studenti delle scuole secondarie, ma l’intento è esclusivamente divulgativo rivolgendosi alle famiglie e coinvolgendo i bambini delle scuole primarie di I e II grado. Marilena Di Valentin racconta la sua esperienza delle edizioni passate: « La nostra soddisfazione nel vedere l’ entusiasmo dei bambini confrontarsi con esperimenti e domande di ogni tipo è quello che ci convince a riproporre il format ogni anno. È sicuramente un’esperienza che i bambini non dimenticano facilmente e, qualunque sarà la loro scelta didattica, può essere che un piccolo scienziato nascerà. I bambini che entrano in laboratorio hanno gli occhi che brillano di gioia, e con le postazioni interattive possono essere scienziati per un giorno. Vogliamo creare curiosità e sensibilità perché l’ idea della chimica che nasce in ogni persona deve essere il più possibile un’ idea consapevole e propria e non semplicemente “per un sentito dire”».

L’edizione 2012, in programma sabato 22 settembre a Padova, ha molte novità: «Innanzitutto il comitato organizzatore che da quest’anno è formato unicamente da ricercatori», afferma Marilena Di Valentin, «un format rivolto sempre più ai bambini e alle famiglie con nuovi giochi come l’oca chimica e lo spettacolo teatrale. Siamo alla 5° edizione, e ogni anno vogliamo avvicinare i cittadini alla scoperta di quella “figura misteriosa” che è il ricercatore, per spiegare il suo lavoro e far scoprire che, anche se sembra magia, in realtà la spiegazione c’è ed è scientifica».
Quest’anno è stato proposto anche un concorso regionale, “Il piccolo chimico” ,  rivolto agli alunni delle scuole primarie di I e II grado. «Abbiamo ricevuto quasi 500 elaborati», racconta  Laura Orian con gioia, «per la loro bellezza e unicità meritano di essere esposti tutti. Sinceramente non avremmo mai pensato di essere così in difficoltà per assegnare un premio che dovrebbe essere assegnato a tutti».
E poi ci sarà lo spettacolo di Magic Andy, in programma al mattino e al pomeriggio: «Un mago che sembra contraddire il titolo della nostra manifestazione», afferma Laura Orian, « ma in realtà è un chimico. Il vero messaggio è che si può far spettacolo “con schiume e colori”  ma solo perché c’è una solida base scientifica». Anche quest’anno viene riproposto lo spazio per gli adulti, con due seminari: Molecole in cucina e Energie dal sole: fotosintesi ed energie rinnovabili.
«È una giornata in cui la famiglia fra giochi, dimostrazioni, conferenze e interazioni può passare un’ intera giornata nel Dipartimento di Scienze Chimiche», conclude il prof. Zecca, «vi aspettiamo sabato 22 settembre, venite a vedere senza pregiudizi, perché la chimica è divertente, interessante e piena di sorprese…scientifiche».

 

2 risposte a Non è magia, è Chimica!

  • maria laura beltrami scrive:

    ma si può pensare di organizzare laboratori x docenti nelle città che lo richiedono?
    grazie

  • Maurizio Mamoli scrive:

    Segnalazione molto gradita, anche se poi, al’ultimo non sono riuscito ad andarci, come oramai d’uso, con mia figlia. Continuate a segnalare inziative di questo tipo.
    Io ne segnalo un’altra. E’ un magazine on-line molto bello e gratuito. Si chiama “Scienza 2.0 per una vita migliore”. Mi pare che sia solo per Ipad (io l’ho scaricata dall’’App store del mio Ipad). Ma ci sono tante cose interessanti in chiave divulgativa, sulla chimica, la medicina molecolare, sull’energia. Consiglio a chi ha figli curiosi e un’Ipad di andarsela a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni la divulgazione della Chimica
Il tuo libero contributo sarà interamente devoluto alle attività di divulgazione della Chimica.
zona1




CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
RICHIEDI LA NEWSLETTER
Una mail settimanale con gli aggiornamenti delle pubblicazioni, le attività dell'Associazione e le novità del mondo della divulgazione chimica
SEGUI CHIMICARE ANCHE SU FACEBOOK
segui chimicare anche su facebook
ARTICOLI RECENTI
ARCHIVIO ARTICOLI PER MESE
SEGUI CHIMICARE ANCHE SU TWITTER
Non solo gli aggiornamenti degli articoli pubblicati sui nostri blog e le novità del Carnevale della Chimica, ma anche le segnalazioni dei migliori interventi di divulgazione chimica in lingua italiana nel web.