prodotti chimici

Dall’orsetto di peluche alla ricerca pura: una e infinite storie di chimica

orsetto di pelucheIl peluche della tua infanzia.  Ricordi ancora i suoi occhi neri e profondi di una plastica senza nome, ed il suo pelo che profuma ancora di ricordi.  Pensavi a lui come a un compagno, un amico fedele: rimembri ancora la sua espressione, il suo aspetto, il suo odore e la sua morbidezza.    Ti ci vuole un certo distacco, la visione disincantata della maturità per riuscire a vedere in lui quello che “nonostante tutto” egli è pur sempre: un oggetto, fatto di qualcosa.   Non di sogni e polvere di stelle, ma di materia, ovvero sostanze chimiche.  Ne più ne meno di noi.  Quando da bambino scopri attraverso un buchino aperto nella cucitura della pancia che il tuo orsetto dentro è imbottito di un materiale misterioso ed alieno, ti senti preso da un misto di incredulità ed orrore.   E ti domandi: oddio, cos’è sta roba?
rotolo di poliuretano espanso (gommapuma)Questo materiale di riempimento può essere composto da gommapiuma: questo è il nome comune (in realtà brevettato) dato al poliuretano espanso: un materiale polimerico sintetico, sostanzialmente una plastica flessibile e ricchissima di pori.    Poco importa se l’azienda che ha confezionato il peluche l’ha comperata in grandi fogli arrotolati e se l’è poi triturata in casa, oppure se l’ha acquistata già sminuzzata in frammenti: qualcun altro, in precedenza e da qualche altra parte, deve avere prodotto questo poliuretano e per produrlo ha fatto ricorso ad una reazione chimica. Continua...

le Schede di Sicurezza dei prodotti chimici: luci e ombre fra buone intenzioni e cattivi esiti

Accade piuttosto di frequente nell’ambito dell’attività professionale che svolgo quotidianamente, ed anche qui su Chimicare nel mio ruolo di referente tecnico “informale”, che io sia interpellato dai potenziali utilizzatori in merito alle problematiche legate alla manipolazione in sicurezza di specifici prodotti chimici nell’ambito delle attività di laboratorio.
un segnale di pericolo per un prodotto chimico, nei nuovi colori e formati previsti dal regolamento REACH E’ difficile e per certi versi “rischioso” disgiungere il dovere di un’informazione ufficiale e per forza di cose garantista che deriva dall’etica professionale del proprio gruppo di appartenenza (nel caso specifico i Chimici), dall’opinione personale solitamente più critica e smaliziata, ma non per questo meno razionale e ponderata, che in taluni casi potrebbe trovarsi in parziale antitesi con la prima posizione.   Fortunatamente la giurisdizione in materia lascia al professionista in possesso dei necessari requisiti e titoli uno spazio di discrezionalità ancora adeguato nell’applicazione di talune norme che spesso assumono più il significato di linee guida che non di prescrizioni assolute, incoraggiando anzi il dialogo fra tutti i soggetti coinvolti, in primo luogo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) nominato presso la propria struttura operativa di appartenenza.

NORMATIVE ED APPLICAZIONI
Quando si parla di sicurezza, ovvero di “prevenzione & protezione” dai rischi, nell’ambito della manipolazione dei prodotti chimici gli strumenti informativi e prescrittivi ufficialmente riconosciuti sono l’etichetta del prodotto e la scheda di sicurezza che lo accompagna.     Continua...

CERCA LA CHIMICA DI CUI HAI BISOGNO

Sostieni la divulgazione della Chimica

Il tuo libero contributo sarà interamente devoluto alle attività di divulgazione della Chimica.

Richiedi la Newsletter

Una mail settimanale con gli aggiornamenti delle pubblicazioni, le attività dell'Associazione e le novità del mondo della divulgazione chimica



SEGUI CHIMICARE SU FACEBOOK

segui chimicare anche su facebook



ARTICOLI RECENTI

LA NOSTRA STORIA

SEGUI CHIMICARE SU TWITTER

Non solo gli aggiornamenti degli articoli pubblicati sui nostri blog e le novità del Carnevale della Chimica, ma anche le segnalazioni dei migliori interventi di divulgazione chimica in lingua italiana nel web.